Inizia prestissimo la giornata di oggi per ogni fan di Nintendo. alle 5 di mattina, puntualissimi, si parte con la diretta dell’evento di presentazione della nuova console: SWITCH. Come da consuetudine il primo a parlare è il Presidente, questa è la primissima presentazione ufficiale tenuta da Tatsumi Kimishima dopo la dipartita di Mr. Iwata. Subito si svela la data di uscita della nuova console che debutterà sul mercato il 3 marzo 2017, annunciato anche il prezzo per il mercato giapponese e quindi non è difficile fare un rapido calcolo di quello europeo, Switch dovrebbe costare intorno ai 300 euro. Ci viene subito annunciato che il servizio online sarà per i primi tempi gratuito, frase che implica che probabilmente col tempo probabilmente diventerà ad abbonamento come quello delle altre console, Switch sarà inoltre priva di region block, una bella rivoluzione per i cacciatori di giochi che qui in europa faticano a guadagnarsi una pubblicazione.

Si entra subito nel vivo della conferenza parlando della nuova macchina, a sorpresa il punto focale non è il tablet o le varie possibilità di fruire della console, ci dicono scolo che il tablet sara ricaribale tramite usb, che la batteria durerà dalle 2,5 alle 6 ore e che il tablet avrà ala possibilità di fare da split screen. La grande novità cui la casa Giapponese punta è a tutti gli effetti il Joy-Con, il controller sembra essere davvero particolare e interessante. Come abbiamno visto i Joy-Con sono due e insieme formano un pad abbastanza tipico. Sfilandoli da li e separandoli però notiamo molte delle loro potenzialità: pur essendo veramente minuscoli nascondono due tasti dorsali, ognuno di loro andrà quindi a formare un pad con uno stick e 4 tasti frontali e i due dietro, concettualmente ricorda un pad del Super Ninendo, ma la vera novità è che a quanto pare i Joy-Con promettono di essere un concentrato di tecnologia. Sono dei lettori di amibo, hanno un tasto share simile a quello di ps4, una telecamera a infrarossi capace di riconoscere movimenti e oggetti a una certa distanza ( questa feature incuriosisce, non si è ancora ben capito dove vogliano andare a parare. Hanno usato come esempio la morra… il pad pareva riconoscere sasso, carta e forbice.) e una vibrazione che promettono essere molto più varia e realistica delle precedenti sul mercato.

Per  dimostare meglio le potenzialità del Joy-Con subito si presenta il primo titolo: 1,2 Switch! Un party game nuovo di zecca, l’idea di Nintendo stavolta non è quella di mettere i due sfidanti davanti a uno schermo, bensi uno difronte all’altro, il tablet servirà a gestire i vari giochi che saranno però molto più interattivi dei tipici party game da wii. I giocatori si guarderanno negli occhi, dicono, e subito ci mostrano alcuni scambi a un ping pong virtuale e un duello da pistoleri nel vecchio west. Idea molto in controtendenza rispetto al concetto di multiplayer moderno, ma che se dovesse fruttare alla casa giapponese benché la metà di quanto gli fruttarono i party game Wii farebbe entrare nelle loro casse non pochi Yen.

Si passa finalmente alla presentazione di un po’ di Line Up di questa nuova Console e partono i primi trailer di presentazione. Il primo è Arms. Un gioco di boxe cartoonoso, i combattenti hanno dei pugni a molla e dovranno colpirsi l’un l’altro sfruttando il motion dei nuovi Joy-Con.
Subito dopo si inizia a parlare di titoli che probabilmente faranno salire le vendite della console, viene annunciato Splatoon 2 dove troviamo molte nuove feature molto interessanti, la possibilità di portare una doppia arma e il jetpac.

Sotto l’albero di Natale, invece troveremo lui. SUPER MARIO ODYSSEY. Un platformo che strizza l’occhio al glorioso Mario 64, vediamo il nostro idraulico preferito alle prese con una città che seppur cartoonosa sembra piuttosto realistica sia con i vari mondi fantasty e colorati a cui siamo abituati. La farà da padrone il cappello ( che presenta, in alcune immagini, un grosso paio di occhi!) di Mario in questo titolo, visto che potrà essere lanciato, usato come piattaforma e chissà cos’altro. Il gioco sembra veramente il classico capolavoro imperdibile, una killer app.

Dopo gli applausi dedicati alla mascotte di casa Nintendo si annunciano altri titoli, tutti in uscita futura (alcuni li vedremo tra minimo un paio d’anni, sicuro). Xenoblade 2, un nuovo shin magami tensei, il musou di Fire Emblem, Dragon quest 10.

Dall’america il rappresentante bethesda conferma l’uscita di Skyrim per switch e promette che sarà godibilissimo grazie alla tecnologia Joy-Con e quelli di EA annunciano che per la nuova console sarà disponibile FIFA (probabilmente non porteranno il 17, ma direttamente il 18). Dopo un interevento di Suda51 che ci annuncia che tornerà NO MORE HEROES anche se tra parecchio tempo, il presidente ci saluta con un trailer.

IL GIOCO al lancio della console, quello che farà vendere un bel numero di macchine.  Ovviamente è il nuovo Zelda. Breath of the wild. Il trailer che ci mostrano è uno di quelli spaccamascella. Un susseguirsi di spezzoni epici, ambienti colossali, mostri enormi e minacciosi e un susseguirsi di azione e qualche spezzone di Link e Zelda insieme. Un trailer veramente impressionante ma che ci (come quello di Mario) sorprende poco, insomma, non è la prima volta che un trailer della Leggenda ci lascia capire che il gioco in questione è un capolavoro annunciato.